:: C a t a l o g o ::


 

         
  proprieta\adolescentedellecaverne\adolescentedellecaverne.jpg

Adolescente delle caverne

 
 
 

Regista

Larry Clark  
  NazionalitÓ Usa  
  Genere Fantascienza  
  Anno di produzione 2001  
         
 

Recensione

   
 

Privi - o quasi - della memoria del passato, i sopravvissuti all'apocalisse atomica vivono nelle caverne allo stadio semitribale, riuniti in clan per difendersi dai pericoli di una natura ormai ostile e sconosciuta.
I capi hanno imposto regole ferree di convivenza e per scongiurare il pericolo della sovrappopolazione comandano ai loro giovani l'astinenza sessuale.
In una di queste trib¨, il giovane David uccide il capo che vuole sottrargli la compagna Sarah e, costretto all'esilio, intraprende un viaggio avventuroso nel mondo oltre i rassicuranti confini del villaggio.
Raggiunta, insieme con un pugno di amici, una fatiscente cittÓ - ultima testimonianza della civiltÓ annientata - David e Sarah si imbattono in Neil e Judith, una coppia che Ŕ riuscita a conservare l'uso della tecnologia.
I due, apparentemente immortali, mostrano ai ragazzi una possiblile felicitÓ, ma il modello di vita prospettato si rivela ben presto un incubo di sesso, droga e violenza che rinnega qualsiasi speranza di un futuro migliore.
Larry Clark (autore di Kids e Another Day in Paradise) rielabora il soggetto dell'omonimo film di Roger Corman del 1958 (Teenage Caveman) tentando un abbinamento tra racconto post-apocalittico e istanze libertarie e provocatorie contro i falsi miti di ogni societÓ del benessere.
Visto come denuncia di una cultura prevaricatoria e autodistruttiva, il film presenta qualche motivo di interesse, ma la regia cade pi¨ volte nei tranelli della descrizione metaforica pi¨ superficiale, ulteriormente appesantita da uno stile di riprese enfatico e virtuosistico.
Lo spunto drammatico di una ingegneria genetica deviata portatrice di un illusorio paradiso artificiale che deve cercare stimolo nel piacere proibito della manipolazione delle coscienze resta, in tal modo, marginale e molto poco anticonformista.
Il film del 1958 viene esplicitamente citato attraverso alcuni spezzoni che scorrono sul televisore di Neill e Judith.
L'infaticabile Samuel Z. Arkoff, artefice di "storici" B-Movies degli anni '50 e '60, figura tra i produttori.

 
 
  Recensione tratta da My Movies
Destinatari

E. Dai 18 in su

Argomento

Ambiente naturale
Droga
Ribellione
Violenza

Anno di ambientazione

Futuro

     
Sesso ed etÓ dei protagonisti

maschio femmina adolescenti

     
Presente in archivio

Si

   

 

 
     
     

Cineteca dei Ragazzi - Centro di Documentazione Cinematografica sull'Infanzia e sull''Adolescenza

via Gentile Bellini, 6 20146 Milano
tel. 02425619 fax 0248954183
sito: www.cinetecadeiragazzi.com mail: info@cinetecadeiragazzi.com